I Nove Mondi

Ricordo i giganti
nati in principio,
quelli che un tempo
mi generarono.
Nove Mondi ricordo
nove sostegni
e l’albero misuratore, eccelso,
che penetra la terra.

Al principio era il tempo,
Ymir vi dimorava.
Non c’era sabbia né mare
né gelide onde.
Non c’era terra
né cielo in alto:
un vuoto si spalncava
e in nessun luogo erba.

 

VOLUSPÁ, (2-3)
Ljoða Edda

Risorse

Articoli del Blog